Notice: Constant WP_MEMORY_LIMIT already defined in D:\home\inarchlazio.it\httpdocs\wp-config.php on line 199
Ottobre 2014 – INARCHLAZIO

La costellazione ISIA Roma… 40 e più

“L’ISIA –  Istituto Superiore per le Industrie Artistiche – di Roma ha compiuto in questo anno accademico 40 anni. Nel 1973 veniva istituito, infatti, per merito di Giulio Carlo Argan, storico e critico dell’arte, docente universitario e Sindaco di Roma, e dello scultore Aldo Calò, già Direttore dell’Istituto d’Arte di via Silvio D’Amico.  In quell’anno iniziarono i corsi quadriennali in Disegno industriale.

In occasione di questa ricorrenza è parso opportuno organizzare più di un convegno che possa servire a fare una disamina sull’azione e la presenza del nostro Istituto nel panorama della formazione e della ricerca nel campo del design, sui suoi presupposti fondativi e  sul ruolo che può svolgere da qui in avanti.

Su questi temi ci confronteremo anche in questa prestigiosa sede, sicuri di ricavarne utili indicazioni e suggerimenti.”

                                                                Giordano Bruno

 

intoduce  Luca Zevi Presidente IN/ARCH Lazio

modera Andrea Mazzoli Comitato Scientifico IN/ARCH Lazio

intervengono

Giordano Bruno Direttore dell’ISIA Roma Design, Gian Paolo Manzella Consigliere Regione Lazio, Luciano Galimberti Presidente ADI, Domenico Sturabotti Direttore di Symbola,Silvana Angeletti e Daniele Ruzza Designer, ex-studenti ISIA Roma Design, Tommaso Salvatori Designer , ex-studente ISIA Roma Design, Giulia Romiti neo-diplomata ISIA Roma Design, Marco Pietrosante  Responsabile Master ISIA Roma Design, Stefano Pratesi Consulente per ONG, Coordinatore Master Social Business Design Management , Pierfrancesco della Porta Avvocato, esperto di rapporti con la pubblica amministrazione; Coordinatore Master Social Business Design Management

 

invito

 

passeggiateromane2014-Quartiere Aventino

 

con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico

ITINERARIO N.3:
domenica 9 novembre 2014 ore 11,00
Quartiere Aventino appuntamento in piazza dei Cavalieri di Malta
Guida la visita il Prof. Alessandro Mazza.

Prosegue il 9 novembre 2014 ore 11,00 il programma autunnale delle “Passeggiate Romane” con la visita al quartiere Aventino guidata dallo storico dell’architettura Prof. Alessandro Mazza.
Il  progetto  delle  passeggiate  romane  dell’Istituto  Nazionale  di  architettura  ideato  da  Marina  Natoli, Valentina Piscitelli e Roberto Veneziani è giunto alla quinta edizione.

Come di consueto anche per questa edizione vi condurremo  in luoghi della città attraverso il consueto itinerario di una Roma reinterpretata da professionisti, storici dell’arte, ed esponenti del mondo culturale, scelti di volta in volta per la loro sensibilità e per le loro conoscenze specifiche sulle zone di Roma via via prese in esame. Dopo la visita al Complesso dell’ex Mattatoio di Roma con il prof. arch. Luciano Cupelloni – Ordinario di Tecnologia dell’Architettura, e a Piazza Bologna con Roberto Veneziani ed Edoardo Papa e torneremo il programma autunnale si concluderà domenica 23 Novembre insieme all’antropologo e regista Giorgio De Finis che ci mostrerà Metropoliz, un’ex fabbrica abbandonata e oggi occupata da 200 persone senza casa, metafora di   una nuova “utopia” dell’abitare che ha raggiunto un interessante equilibrio a cavallo tra il quartiere e la città.
Le  “Passeggiate  romane”  sono  la  testimonianza  dell’impegno  di  numerosi  intellettuali  che  attraverso l’ideazione di percorsi originali della città rendono una concreta testimonianza dell’inestimabile ricchezza e qualità dei luoghi in cui viviamo. Il loro impegno ci aiuta a sostenere la campagna di tesseramento annuale dell’unico Istituto culturale riconosciuto giuridicamente (Decreto Presidenziale 28 Marzo 1972 n. 236).

Ci si incontra per passeggiare e ascoltare le suggestioni di Roma, per accrescere la consapevolezza della straordinaria storia millenaria della nostra città e la qualità della nostra vita.  La buona architettura è infatti portatrice di valori positivi come la sicurezza, la funzionalità, la bellezza,
oltre ad essere motore di innovazione, ricerca e sviluppo. È un esempio concreto di come
si possano tradurre in realtà quei valori che hanno fatto del nostro Paese, nei secoli, un luogo unico al mondo.

ITINERARIO N.3:
domenica 9 novembre 2014 ore 11,00
Quartiere Aventino appuntamento in piazza dei Cavalieri di Malta
Guida la visita il Prof. Alessandro Mazza.

Nel corso della visita parleremo dell’Aventino come “colle del silenzio”, avamposto di quella “zona romantica” immaginata da Piacentini come spazio di memorie, di antichità, e di giardini, interposto fra centro storico e periferia moderna.
Ci incontreremo sulla piazza Cavalieri di Malta, per parlare dell’intervento piranesiano sulla
piazza e la Chiesa (non visitabile) di S. Maria del Priorato.
Proseguiremo  poi  lungo  la  via  di  S.  Sabina,  alla  ricerca  delle  stratificazioni  storiche
all’interno  della topografia contemporanea, per arrivare ai progetti di urbanistica novecentesca, in quello che era il previsto e non attuato sito del monumento a Mazzini, successivamente realizzato in prossimità del Circo Massimo.
Ci sposteremo davanti al casale Torlonia, già dei Massimo, e successivamente dei Gesuiti, a piazza del Tempio di  Diana.  Discuteremo  storia e trasformazioni  di  questo  importante complesso, dai rilievi  del Palladio alle vicende novecentesche.
A seguire una passeggiata tra i villini dell’Aventino, meritatamente apprezzati per il loro gusto barocco – medioeval – vernacolare: punteremo quindi verso l’area del Circo Massimo, presso il quale era ospitato l’Ortaccio, luogo di sepoltura della comunità ebraica, demolito in tutta fretta per l’apertura di via del Circo Massimo nel 1934.
Il percorso di via delle Terme Deciane sarà l’occasione per parlare di alcune importanti ville e residenze, fra inizio ‘900 e anni ’50, firmate da progettisti come lo Studio Passarelli o Michele Busiri Vici. La visita del Grande Aventino si concluderà davanti alle palazzine di Monaco e Luccichenti su via del Circo Massimo, in prossimità  del  viale  Aventino.  Da  qui  proseguiremo verso  il  Piccolo  Aventino,  la  zona  di  S.  Saba, imboccando la via Aventina, dove parleremo di alcune pregevoli architetture ivi ubicate, in un ventaglio di stili dal neobarocco allo stile Bauhaus e “Novecento”, al Razionalismo anni ’50. Si conclude con il quartiere di S. Saba,
importante avamposto di insediamento operaio nella Capitale del primo ‘900, caratterizzato
dall’austera poetica del laterizio.

 

PER I SOCI IN/ARCH Lazio: 5 EURO (diritti di segreteria)
PER GLI STUDENTI:  10 Euro
PER I NON ISCRITTI TESSERA PER UNA PASSEGGIATA: 20 EURO
INFO E PRENOTAZIONI:
arch. Flavio Mattioni passeggiateinarch@gmail.com – cell. 393 9631488
www.facebook.com/passeggiateinarchlazio
www.inarchlazio.it

 

pdf

Tra Roma e il mare. Storia e futuro di un settore urbano

ore 19.30  |  lunedì 27 ottobre 2014
ACER – via di Villa Patrizi 11, Roma

presentazione del libro

Tra Roma e il mare. Storia e futuro di un settore urbano

di Lina Malfona

Libria Editore

 

intervengono

Orazio Carpenzano  Università Roma La Sapienza

Cherubino Gambardella  Seconda Università di Napoli

Franco Purini  Università Roma La Sapienza

Vieri Quilici Università Roma Tre

 

sarà presente l’autore

 

invito

passeggiateromane2014 – piazza Bologna

 

con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico

26 ottobre 2014 ore 11,00 piazza Bologna

Guidano la visita l’arch. Roberto Veneziani ed Edoardo Papa

Prosegue il programma delle passeggiate romane, giunte alla quinta edizione, con la visita di domenica 26 Ottobre per la seconda parte del quartiere di Piazza Bologna. Passeggeremo con l’arch. Roberto Veneziani ed Edoardo Papa e si porterà a conclusione l’itinerario avviato nella scorsa edizione. A seguire domenica 9 novembre visiteremo il quartiere Aventino con lo storico dell’architettura Prof. Alessandro Mazza, chiuderemo questo ciclo domenica 23 Novembre insieme all’antropologo e regista Giorgio De Finis che ci mostrerà Metropoliz, un’ex fabbrica abbandonata e oggi occupata da 200 persone senza casa, metafora di  una nuova “utopia” dell’abitare che ha raggiunto un interessante equilibrio a cavallo tra il quartiere e la città.

Le “Passeggiate romane” nascono da un progetto di Marina Natoli, Valentina Piscitelli e Roberto Veneziani, sono la testimonianza dell’impegno di numerosi intellettuali che attraverso l’ideazione di percorsi originali della città rendono una concreta testimonianza dell’inestimabile ricchezza e qualità dei luoghi in cui viviamo. Il loro impegno ci aiuta a sostenere la campagna di tesseramento annuale dell’unico Istituto culturale riconosciuto giuridicamente (Decreto Presidenziale 28 Marzo 1972 n. 236).

Ci si incontra per passeggiare e ascoltare le suggestioni di Roma, per accrescere la consapevolezza della straordinaria storia millenaria della nostra città e la qualità della nostra vita.  La buona architettura è infatti portatrice di valori positivi come la sicurezza, la funzionalità, la bellezza, oltre ad essere motore di innovazione, ricerca e sviluppo. È un esempio concreto di come si possano tradurre in realtà quei valori che hanno fatto del nostro Paese, nei secoli, un luogo unico al mondo.

ITINERARIO N.2: Piazza Bologna (seconda parte)

Appuntamento:  domenica 26 ottobre 2014 ore 11,00

edificio delle poste di piazza Bologna

 

Guidano la visita l’arch. Roberto Veneziani ed Edoardo Papa

Le passeggiate nel quartiere di piazza Bologna si propongono di approfondire le differenti anime di uno dei più interessanti quartieri  di espansione della città di Roma, che si è sviluppato sostanzialmente tra le due guerre, durante il fascismo, che lo eleverà a modello di modernità urbana.  La zona ha come baricentro la piazza, con la forte presenza connotativa del palazzo delle Poste, realizzato nel 1935 da Mario Ridolfi e Mario Fagiolo, che è sicuramente l’elemento di maggior qualità architettonica del quartiere, da cui si dipana un tessuto a raggiera che si stempera verso nord e verso  ovest con quello ortogonale delle preesistenze tardo ottocentesche di via Nomentana e di viale Regina Margherita.

Il quartiere, previsto nel Piano Regolatore del 1909 come espansione residenziale borghese,  insieme a Prati – Delle Vittorie e Appio – Tuscolano (si noti la similitudine dei tessuti a raggiera generati da Piazza Mazzini e Piazza Re di Roma), fu realizzato negli anni ’20 ’30 del novecento per soddisfare le esigenze abitative del ceto medio, su cui poggiava il consenso del regime.

Questa passeggiata è il seguito della precedente, che si è svolta a marzo e che, per la ampiezza del percorso previsto e per la quantità di emergenze architettoniche da vedere, è stata interrotta a viale Ventuno Aprile dopo la visita al complesso residenziale “Federici “ di De Renzi, con la promessa di completare il percorso in un  successivo appuntamento.

Nella prima passeggiata è stata presa in considerazione la zona nord est del quartiere, mentre quella di domenica prossima analizzerà, partendo dall’edificio delle Poste, la zona sud ovest, lungo viale delle Provincie e via della Lega Lombarda, con gli interventi IACP degli anni ’20, per terminare alla nuova stazione Tiburtina.

Dopo aver visitato la chiesa di S. Ippolito su viale delle Province la visita prenderà in esame, dopo quelle borghesi e quelle impiegatizie della scorsa passeggiata, una terza tipologia di residenze, di stampo più popolare, a ridosso dell’asse di via Tiburtina,  su via della Lega Lombarda. Visiteremo il  pregevole blocco a gradoni realizzato da Innocenzo Sabbatini per l’Istituto Case Popolari su via della Lega Lombarda, conosciuto anche come “Casa dei Sole”, unico nel suo genere a Roma.

Di fronte a questo palazzo  troveremo, profondamente rimaneggiato, il grazioso edificio del cinema Jolly  (già cinema Atlante) costruito in stile razionalista ma dopo la guerra da  Francesco De Intinis.

La visita, passando davanti al deposito Atac su via della Lega Lombarda, terminerà alla nuova stazione Tiburtina realizzata da Paolo Desideri.

PER I SOCI IN/ARCH Lazio non interessati ai crediti: gratuite

PER GLI STUDENTI:  8 €

STUDENTI ACCOMPAGNATI DA UN ADULTO: 5 €

PER I NON ISCRITTI TESSERA PER UNA PASSEGGIATA: 15 €

PER I SOCI IN/ARCH Lazio: interessati all’attribuzione dei crediti formativi 5 € per i diritti di segreteria.

INFO E PRENOTAZIONI:

arch. Flavio Mattioni

passeggiateinarch@gmail.com – cell. 393 9631488

www.facebook.com/passeggiateinarchlazio

www.inarchlazio.it

Arte e Architettura / Arte e Paesaggio – la ricerca dell’artista Renzogallo

Arte e Architettura / Arte e Paesaggio

la ricerca dell’artista Renzogallo

 

introduce
Luca Zevi presidente dell’IN/ARCH Lazio

 

intervengono
Aldo Iori Storico dell’Arte e docente presso l’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia
Achille Maria Ippolito Università Sapienza di Roma, coordinatore del Dottorato in Paesaggio e Ambiente
Benedetto Todaro Università Sapienza di Roma, Ordinario di Composizione Architettonica e Urbana

 

coordina
Massimo Locci Consiglio Direttivo Nazionale IN/ARCH

 

sarà presente l’autore
 

 

in questa occasione sarà presentata una incisione, realizzata con due lastre e con tecniche diverse su carta di puro cotone di cm 70×50, ultimo lavoro dell’artista

 

 

lunedì 13 ottobre 2014 – ore 19.30

ACER –  via di Villa Patrizi 11, R0ma

passeggiateromane2014 – Complesso dell’ex Mattatoio di Roma

 

con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico

 

PASSEGGIATE ROMANE DELL’IN/ARCH  – CALENDARIO 2014

L’Ordine degli architetti di Roma e Provincia ha assegnano per la partecipazione al programma delle 4 passeggiate

sono stati richiesti 15 crediti formativi 

 

 

A partire dal 12 ottobre 2014 prende il via il programma autunnale delle “Passeggiate Romane”, un progetto nato  nell’ambito dell’Istituto Nazionale di Architettura del Lazio e curato da Marina Natoli, Valentina Piscitelli e Roberto Veneziani, giunto alla quinta edizione.

Vi condurremo  in quattro luoghi della città attraverso il consueto itinerario di una Roma reinterpretata da professionisti, storici dell’arte, ed esponenti del mondo culturale, scelti di volta in volta per la loro sensibilità e per le loro conoscenze specifiche sulle zone di Roma via via prese in esame.

Il programma di avvio prevede per domenica 12 Ottobre una visita al Complesso dell’ex Mattatoio di Roma con il prof. arch. Luciano Cupelloni – Ordinario di Tecnologia dell’Architettura, a seguire domenica 26 Ottobre passeggeremo con l’arch. Roberto Veneziani ed Edoardo Papa e torneremo a Piazza Bologna per concludere l’itinerario avviato nella scorsa edizione, domenica 9 novembre visiteremo il quartiere Aventino con lo storico dell’architettura Prof. Alessandro Mazza, chiuderemo questo ciclo domenica 23 Novembre insieme all’antropologo e regista Giorgio De Finis che ci mostrerà Metropoliz, un’ex fabbrica abbandonata e oggi occupata da 200 persone senza casa, metafora di  una nuova “utopia” dell’abitare che ha raggiunto un interessante equilibrio a cavallo tra il quartiere e la città.

Le “Passeggiate romane” sono la testimonianza dell’impegno di numerosi intellettuali che attraverso l’ideazione di percorsi originali della città rendono una concreta testimonianza dell’inestimabile ricchezza e qualità dei luoghi in cui viviamo. Il loro impegno ci aiuta a sostenere la campagna di tesseramento annuale dell’unico Istituto culturale riconosciuto giuridicamente (Decreto Presidenziale 28 Marzo 1972 n. 236).

Ci si incontra per passeggiare e ascoltare le suggestioni di Roma, per accrescere la consapevolezza della straordinaria storia millenaria della nostra città e la qualità della nostra vita.  La buona architettura è infatti portatrice di valori positivi come la sicurezza, la funzionalità, la bellezza, oltre ad essere motore di innovazione, ricerca e sviluppo. È un esempio concreto di come si possano tradurre in realtà quei valori che hanno fatto del nostro Paese, nei secoli, un luogo unico al mondo.

ITINERARIO N.1:

domenica 12 ottobre 2014 ore 11,00

Complesso dell’ex Mattatoio di Roma

appuntamento di fronte al MACRO/BIG BAMBÚ con ingresso da piazza Orazio Giustiniani 4

 

Guida la visita il prof. Luciano Cupelloni

Progettista e direttore di  gran parte degli interventi realizzati, che hanno ricevuto numerosi premi e pubblicazioni nazionali e internazionali.

Il complesso dell’ex Mattatoio di Roma si estende nel rione Testaccio a ridosso delle mura Aureliane tra il monte dei Cocci, l’antico mons Testaceum, e il Tevere. Viene realizzato in tempi brevissimi tra il 1888 e il 1891 su progetto di Gioacchino Ersoch, architetto emerito del Comune di Roma. E’ costituito da due parti, lo Stabilimento di Mattazione e il Mercato del Bestiame, per una superficie complessiva di 105.000 mq di cui 43.000 coperti.

L’opera, che riflette la transizione dal classicismo al moderno, si caratterizza per i grandi padiglioni e le leggere pensiline che alternano cortine laterizie, travertino e stucchi ma anche innovative strutture in ferro e ghisa secondo un raffinato equilibrio tra monumentalità e razionalità industriale. Per la razionalità dell’organizzazione produttiva e l’intelligenza delle soluzioni architettoniche sarà per molti anni l’impianto più avanzato d’Europa.

Il complesso viene dismesso nel 1975 e nel 1988 diviene oggetto di tutela da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio di Roma.

Per molti anni alle attenzioni degli studiosi e ai progetti più vari, si accompagnano usi impropri, occupazioni abusive e un diffuso degrado, finché nel 2002 con l’approvazione del Progetto Urbano Ostiense Marconi, il Comune di Roma destina l’intero complesso a servizi pubblici di tipo culturale e didattico, intesi sia nelle accezioni consolidate che come espressioni contemporanee avanzate.

La passeggiata seguirà a ritroso l’originario percorso – drammatico – della mattazione: dai grandi macelli, ubicati nello spazio centrale del Mattatoio, al Campo Boario dove il bestiame veniva condotto per l’esposizione e la vendita, passando per il singolare edificio delle Pese.

Oggi questo percorso è vitale. E sebbene non ancora del tutto riqualificato connette gli spazi espositivi del MACRO con la Pelanda, la Scuola di Musica Popolare con la Città dell’Altra Economia, la Facoltà di Architettura di Roma Tre con l’Accademia di Belle Arti.

PER I SOCI IN/ARCH Lazio: 5 EURO (diritti di segreteria)

PER GLI STUDENTI:  10 Euro

PER I NON ISCRITTI TESSERA PER UNA PASSEGGIATA: 20 EURO

INFO E PRENOTAZIONI:

arch. Flavio Mattioni

passeggiateinarch@gmail.com – cell. 393 9631488

www.facebook.com/passeggiateinarchlazio

www.inarchlazio.it